Fortino: differenze tra le versioni

Da UZ wiki.
(estesa lista dei crediti)
Riga 6: Riga 6:
 
La seguente è una lista di coloro che hanno partecipato alla costruzione del Fortino:
 
La seguente è una lista di coloro che hanno partecipato alla costruzione del Fortino:
 
* Giacomo Petrillo (ideatore, progettista e principale realizzatore)
 
* Giacomo Petrillo (ideatore, progettista e principale realizzatore)
 +
* Alberto Bordin (ha trovato il legname gratis)
 +
* Francesco Hoch (consulente onnisciente)
 +
* Valerio Lomanto (abile martellatore)
 +
* Andrea Luzio (il fortino poteva essere usato a metà per una sua idea)
 +
* Niccolò Porciani (consulente per la sicurezza e operaio di notevole corporatura)
 +
* Marco Malandrone (smerigliatura e verniciatura)
 +
* Luca Arnaboldi (smerigliatura e verniciatura)
 +
* Roberto Ribatti (dovete ringraziare lui se la scala non è una trappola mortale)
 +
* Enrico Negri (ha tracciato con riga e compasso lo stencil gigante, e ha assistito al pavimento)
 +
* Chiara Schirato (anche lei allo stencil, più il supporto morale)
 +
* Enrico Polesel (ha sollevato di peso il carrello anteriore quando si è rotta la ruota)
 +
* Bruno Bucciotti (grazie a lui alcune viti sono storte, ma va bene così)
 +
* Pasquale Miglionico (ha restaurato lo scudo da appendere)
 +
* Altre persone che abbiamo scordato!
  
 
==Galleria==
 
==Galleria==

Versione delle 19:30, 12 nov 2018

“Io vedo solo un Fortino”Oscar Wilde

Il Fortino completo nel suo luogo di nascita.

Il Fortino è una struttura bellica costruita nella 2017 grazie soprattutto al contributo del capo costruttore Giacomo Petrillo. Lo stile del Fortino ha permesso di dimostrare ancora una volta la superiorità Normalista rispetto alla feccia santannina.

Costruttori

La seguente è una lista di coloro che hanno partecipato alla costruzione del Fortino:

  • Giacomo Petrillo (ideatore, progettista e principale realizzatore)
  • Alberto Bordin (ha trovato il legname gratis)
  • Francesco Hoch (consulente onnisciente)
  • Valerio Lomanto (abile martellatore)
  • Andrea Luzio (il fortino poteva essere usato a metà per una sua idea)
  • Niccolò Porciani (consulente per la sicurezza e operaio di notevole corporatura)
  • Marco Malandrone (smerigliatura e verniciatura)
  • Luca Arnaboldi (smerigliatura e verniciatura)
  • Roberto Ribatti (dovete ringraziare lui se la scala non è una trappola mortale)
  • Enrico Negri (ha tracciato con riga e compasso lo stencil gigante, e ha assistito al pavimento)
  • Chiara Schirato (anche lei allo stencil, più il supporto morale)
  • Enrico Polesel (ha sollevato di peso il carrello anteriore quando si è rotta la ruota)
  • Bruno Bucciotti (grazie a lui alcune viti sono storte, ma va bene così)
  • Pasquale Miglionico (ha restaurato lo scudo da appendere)
  • Altre persone che abbiamo scordato!

Galleria